Analisi chimiche

Alle precedenti operazioni saranno affiancate competenze di chimica analitica volte a rilevare, identificare e quantificare composti chimici, anche in tracce, attraverso protocolli innovativi ad elevata sensibilità. Complessivamente si dispone di: Schermata 2015-11-16 alle 12.35.57



ICP-OES (Plasma ad accoppiamento induttivo-spettrometria emissione ottica) per quantificare tracce di ioni metallici in soluzione.



Schermata 2015-11-16 alle 12.36.09




NMR (Risonanza Magnetica Nucleare) per identificare e quantificare composti organici. Si dispone in particolare degli strumenti Varian Mercury 400 MHz e Bruker Advance 600 MHz;




Schermata 2015-11-16 alle 12.36.16



QTRAP (Sistema ibrido tripolo-quadrupolo/trappola ionica lineare) ad elevata flessibilità nei protocolli di scansione, includendo “neutral loss”, “precursor-ion scan” e “multiple reaction monitoring”;




QSTAR (Sistema ibrido quadrupolo/time-of-flight) che supporta analisi a elevata risoluzione ed elevato range di massa attrezzato con una sorgente nanoelettrospray per ionizzazione del campione in condizioni non aggressive;




Schermata 2015-11-16 alle 12.36.36 HPLC-GC (Cromatografia liquida o gassosa ad elevata prestazione) per l’analisi qualitativa e quantitativa di sostanze organiche volatili e/o in soluzione tramite gas cromatografo equipaggiato con rilevatore di massa per l’analisi di sostanze organiche volatili; HPLC equipaggiato con rilevatore UV-DAD (dyode-array) per analisi di composti organici in soluzione.


< Precedente